Ferrovie Regionali no image

Published on aprile 18th, 2012 | by Sergio Vetrella

5

Nuovi orari circumvesuviana validi dal 18 Aprile 2012

Sono disponibili i nuovi orari della circumvesuviana. Gli orari tengono conto del ridotto numero di treni in circolazione sulla rete. In questo modo, nell’attesa che si porti a compimento il piano di risanamento, con la reimmissione degli ulteriori treni, come riferito nel corso della conferenza stampa, intendo dare certezza agli utenti che usufruiscono del servizio. Come sempre il gruppo di ispettori vigilerà, come fatto fino ad ora, per monitorare il rispetto di questo nuovo programma di esercizio.

Scarica orari

Tags: , , , , ,



5 Responses to Nuovi orari circumvesuviana validi dal 18 Aprile 2012

  1. MARIA says:

    Incompetenti!
    RIPRISTINATE IL TRENO PER NAPOLI DELLE 8.02
    Vorrei sapere di chi è stata l’idea di eliminare fino al 30/04 (per ora) , il treno per Napoli che parte da Baiano alle 08.02?
    Quello è il treno che raccoglie il maggior numero di utenti diretti a Napoli/Napoli Centro Direzionale, che in ufficio deve entrare alla 9.00.
    I treni delle 7.30 e delle 8.02 sono sempre stati entrambi affollatissimi anche quando c’erano tutti e due, non si può pensare che il treno rimasto accolga la gente di 2 treni; viaggiamo come un carro di bestiame, la gente già dalla fermata di Pomigliano D’arco non riesce ad entrare.
    Per giunta, quando arriva il treno cosiddetto “nuovo”, è un morire, si soffoca, non accendono né l’aria condizionata, né si degnano di aprire i finestrini perennemente bloccati.
    Detto questo c’è da dire che sulla tratta NAPOLI/BAIANO in quegli orari hanno lasciato tutti i treni 7.18 7.48 8.18 , questi viaggiano quasi vuoti, si pensi che alla stazione di Nola arrivano ancora con posti a sedere liberi.
    Sono inutili, RIPRISTINATE IL TRENO PER NAPOLI DELLE 8.02 e toglietene uno per Baiano che non serve.
    E’ più numerosa la gente della provincia che deve recarsi a lavoro a NAPOLI, sono pochi quelli che abitano in città che vanno verso BAIANO.
    E’ impensabile che un viaggio che dovrebbe durare 1 ora duri 2 ore (per i disagi dell’affollamento) e in condizioni da svenimento.
    Forse chi ha deciso gli orari ha qualche conoscente che di mattina va a BAIANO?
    Non ho parole!
    Siamo sempre più esasperati.

  2. Ciminello Giacinto says:

    12:57
    BUONGIORNO! questa mattina i treni sono della linea baiano sono stati ridotti …il problema e’ che inoltre passano con ritardo e a due locomotive invece di tre..il risultato e’ che nn sono riuscita a salire ed ho dovuto aspettare il successivo…mi chiedo come sia possibile che il piano orario e le risorse finanziarie trasferite dalla regione siano ancora gestite da chi ha reso la vesuviana un ferro vecchio…perche’ polese nn fa un bel ripulisti? che aspetta?

  3. Fabrizio Montella says:

    Come dipendente Circumvesuviana (non pago il biglietto!) ho deciso, ormai da mesi, di recarmi a Napoli (dove presto servizio) in macchina e rinunciare di viaggiare in treno: mi “pappo” quotidianamente 45 km all’andata e 45 km al ritorno…. non male, vero? Il problema affollamento dei treni in questione c’è sempre stato ma oggi realmente è IMPOSSIBILE utilizzare questo mezzo di trasporto. Mi sembra ovvio che il prof. Vetrella, in qualità di assessore ai trasporti della regione Campania, non conosca (non lo immagina nemmeno!) o faccia finta di non conoscere le difficoltà quotidiane di chi si reca a Napoli. Diciamo che i paesi del Mandamento di Baianese (Avella, Sperone, Baiano, Sirignano, Quadrelle e Mugnano del Cardinale) sono tagliati fuori con la riduzione dell’orario in determinati orari. Ovviamente, non è un problema degli amministratori dei comuni citati… hanno altro a cui pensare! Il presidente del consiglio provinciale di Avellino, Vincenzo Alaia, in un intervento sul quotidiano online – http://www.mandamentonotizie.it/?p=20934 – sostiene di affrontare il problema quanto prima. Ma quanto prima quando? Quando si sveglieranno i politici (o politicanti) eletti nella Bassa Irpinia? Da dire che il Mandamento del Baianese ha eletto anche un consigliere regionale, il dott. Foglia… forse anche quest’ultimo ha altro a cui pensare.
    P.S.: per il sig. Giacinto Cimminello, la regione Campania non ha trasferito – tutt’ora – nemmeno un centesimo; Il prof. Polese non deve effettuare alcun repulisti, piuttosto per la sua “tenera” età potrebbe lasciare e dedicarsi alla propria famiglia.
    P.S.: per il prof. Vetrella: risparmiamo anche sul compenso degli ispettori che devono vigilare e monitorare anche il nuovo orario in servizio di Circumvesuviana.

  4. VD says:

    Salve, c’è un errore negli orari linkati in calce: il bus Napoli Sorrento in partenza alle 22,50 effettua fermata in Piazza Troisi e non in corso San Giovanni.

  5. All’Assessore ai Trasporti della Regione Campania Sergio Vetrella
    E p.c. Il Mattino di Napoli
    Prefettura di Napoli
    Direzione della Circumvesuviana

    Caro Assessore,
    sono Cuomo Filippo, macchinista della Circumvesuviana, faccio questo lavoro da ben 32 anni, non sono sindacalista, ma iscritto al sindacato Or.S.A., sono uno di quelli che si rifiuta di effettuare i turni ad “Agente Solo” tra Napoli e San Giorgio.
    Ho letto la sua intervista a Il Mattino, pubblicata il 21 aprile e sono rimasto allibito. Lei racconta la sua verità agli utenti della Circumvesuviana circa questo “rifiuto”, affermando che “all’improvviso ed inspiegabilmente alcuni macchinisti si rifiutano di fare l’agente solo su quella tratta”.
    Visto che Lei la spiegazione non la conosce, gliela fornisco io. In arrivo a Napoli, provenienti da Baiano c’è una curva a gomito che bisogna percorrere a 20 km/h; in quella curva circa un anno e mezzo fa c’è stato un disastro ferroviario con morti e feriti. Già all’indomani del tragico evento abbiamo chiesto ripetutamente all’azienda di inserire in quella curva un dispositivo elettronico sui binari che costringa il treno a non superare comunque i 30 km/h, intervento risolutivo a costo zero, con poche ore di lavoro. L’azienda si è sempre rifiutata, allora noi abbiamo chiesto di effettuare il servizio coadiuvati da un altro collega in modo che se uno sbaglia, oppure ha un malore, c’è un’altra persona pronta ad intervenire, anche in questo caso l’azienda “ha risposto picche”.
    Di solito quando succede una tragedia si dice:. Invece quell’incidente oggi come oggi può ripetersi in qualsiasi momento della giornata provocando morte e distruzione.
    La invito, pertanto, a costringere la Circumvesuviana ad inserire questo dispositivo elettronico che faccia viaggiare il treno al massimo a 30 km/h, o in alternativa un secondo macchinista ed io riprenderò ad effettuare il servizio su quella tratta, perché per me la SICUREZZA sta al primo posto.
    Il macchinista è un essere umano e come tutti può sbagliare, l’azienda invece no , perché queste cose si possono e si devono prevenire.
    Essere contestato quotidianamente dalla Circumvesuviana per me è un privilegio se il motivo è quello della sicurezza, non una punizione.
    Ecco questo deve tenere ben in mente Lei, questo devono sapere i viaggiatori, che noi lottiamo per farli viaggiare sicuri.

    Napoli 22.04.2012

Lascia un Commento

Back to Top ↑